Le Case del Navile

Pubblicato in “LETTERE” de La Repubblica Bologna di oggi, martedì 02 aprile

Eravamo presenti alla firma del protocollo d’intesa di “Mille case per Bologna: il Comune investe 61 milioni di euro in un grande piano sociale senza precedenti per realizzare nuovi appartamenti, sbloccare i cantieri e ristrutturare case sfitte”. Abbiamo chiesto al Comune, una vigilanza diversa dal passato affinché ciò che è iniziato sia anche finito (ex Comparto Navile, Tettoia… ne sono un esempio) e chiediamo, che siano comunicati al più presto i tempi di realizzazione degli interventi presentati che hanno senza dubbio un passato più lungo del biennio indicato: la “scusa” della crisi non è più plausibile e i cittadini non si accontentano più di parole propagandistiche ma esigono realizzazioni concrete.

Mauro Scandellari
Comitato Vivere Mercato Navile in Bolognina

Incontro con il Comune del 24 Luglio 2018

Il 24 luglio 2018 si è svolto un incontro tra il Comune, con la presenza dell’assessore all’Urbanistica Valentina Orioli, ed il comitato “Vivere Mercato Navile” per fare il punto della situazione sul comparto Ex Mercato Navile.

Riportiamo di seguito quanto dichiarato dal Comune sui temi trattati:
SCUOLA
Sono iniziati il lavori di bonifica per verificare la presenza di eventuali residui bellici. I finanziamenti sono stanziati e disponibili. Si prevede l’inizio lavori verso la fine del 2020, che si concluderanno dopo circa un anno.
PENSILINA E CENTRO SOCIALE
La società che stava costruendo il Centro è andata in concordato ed ha interrotto i lavori. Il Comune ha proposto ad una delle società, che aveva partecipato alla gara di appalto, di subentrare. Riceverà riscontro nell’autunno 2018.
PARCO SUD (accanto alla pensilina)
Continuano i lavori di scavo per eliminare il basamento della linea ferroviaria e la macinazione dei relativi detriti. E’ stato portato sul posto la prima parte del terreno di coltiva. Tempistiche non definite.
VERDE
Per lo sfalciamento del parco e diagonale ed il mantenimento degli alberi del comparto esiste un contratto privato tra il Consorzio (coordinatore dei lavori privati del comparto) e la ditta Arcadia, valido fino a fine 2022. Al termine del contratto la proprietà e gestione del verde passerà al Comune.
A tutt’oggi la pulizia dei parchi, in quanto spazi  privati, non è di competenza né del Comune, né di Hera, ma spetterebbe al Consorzio (pertanto non viene effettuata da nessuno).
Verso metà luglio 2018 il Comune ha inviato le diffide al Consorzio per sfalciare i lotti privati.
ROTONDA RFI (a sud della scuola)
Stanno terminando gli scavi per recuperare i reperti archeologici trovati nell’area. RFI ha comunicato che prevede di terminare la rotonda verso la fine del 2019.
LOTTO H (di fianco a Unicum)
Il Comune appalterà direttamente la costruzione di edilizia convenzionata su questo lotto di sua proprietà, utilizzando i finanziamenti ricevuti.
LOTTO N (a sud del lotto H)
Il Comune sta cercando di vendere questo lotto. Il primo bando è andato deserto ed andrà ripresentato con una nuova formula più appetibile.
LOTTO F (lungo la ferrovia)
I proprietari stanno vendendo il lotto ad una società che costruirà delle abitazioni in edilizia convenzionata.
CONVENZIONE
Il 02/08/19 scadrà la convenzione a costruire per tutto il comparto.
COMPLETAMENTO PRIMA PARTE LAVORI COMPARTO
Il Consorzio ha dichiarato al Comune la sua intenzione di completare la prima parte dei lavori del comparto, che prevede: marciapiede e verde via Cage, piazzetta su via Carracci (di fianco ad Illumia), vasca di laminazione e percorso pedonale tra via Bassani e via Gobetti. Intendono iniziare i lavori nell’autunno 2018.

Prima risposta alla nostra Lettera al Capo di Gabinetto Dott. Montalto

Il Presidente del Quartiere Navile ci ha convocato il 20 Giugno prossimo per discutere uno dei punti richiesti al Dott. Montalto: lavori tettoia Nervi, Centro Sociale K, Bertasi e Palestra Fantoni.

Rif. Lettera al Capo di Gabinetto Dott. Montalto: http://www.viveremercatonavile.org/wp/lettera-al-capo-di-gabinetto-dott-montalto/

Lettera al Capo di Gabinetto Dott. Montalto

Al Capo di Gabinetto
Dottor Montalto
Comune di Bologna
Sua Sede

Bologna, 20 aprile 2017

Gentile dottor Montalto,
gli esponenti del Centro Katia Bertasi e il Comitato Vivere Mercato Navile in questi anni non si sono mai sottratti al confronto con il quartiere ed il Comune, nella convinzione che la partecipazione dei cittadini e la concertazione delle scelte sia essenziale quando a essere in discussione sono le grandi trasformazioni urbane.

La nostra presenza sul territorio ha garantito in questi anni una continuità di iniziativa e un punto di riferimento, assicurando socialità e opportunità in una zona dove le grandi trasformazioni che attraversano la nostra società si avvertono in forma particolarmente acuta. Noi siamo dei cittadini, dei volontari e cerchiamo di mantenere la zona dove operiamo il più possibile attiva e presidiata, a tutela della sicurezza degli abitanti e frequentatori.

Il Centro Katia Bertasi, il Comitato Vivere Mercato Navile e i cittadini della zona riuniti, chiedono quindi all’Amministrazione Pubblica di continuare e rinforzare la politica contro il degrado in Bolognina che ha portato ad atti di violenza reiterata, prostituzione, spaccio a cielo aperto, etc., così come a procedere a realizzare al più presto le opere pubbliche e private previste nel comparto ex-Mercato, come approvato nel Laboratorio di Edilizia Partecipata e successivamente recepito nel PSC del Comune di Bologna.

Le scriventi Associazioni chiedono inoltre di poterLa incontrare al più presto per capire i dettagli dell’iter progettuale ed edilizio del comparto Ex-Mercato, ed in particolare delle opere pubbliche: le chiediamo di fissare urgentemente un incontro per avere informazioni in merito e vi preghiamo d’ora in poi di convocare sempre assieme le scriventi associazioni, poiché riteniamo che il nostro futuro e le nostre attività nella zona ex-Mercato siano strettamente legate da un percorso comune e da una comunione di intenti per il bene della Cittadinanza della zona e della Città di Bologna tutta.

Consapevoli che mai come ora i mesi che ci attendono sono cruciali per il futuro del comparto ex-Mercato e dei cittadini che lo vivono,

il Centro Katia Bertasi assieme al Comitato Vivere Mercato Navile come associazioni e progetti che attraversano questi spazi, hanno deciso di scriverle congiuntamente.

Il 31 marzo scorso abbiamo appreso dal quotidiano Repubblica dei problemi di staticità che riguardano la pensilina Nervi e che, oltre a causare un ritardo nella data di fine lavori, richiederanno un finanziamento maggiore del previsto per un milione e mezzo di euro.

Venire a conoscenza di questo fatto rilevante attraverso un articolo di giornale e non tramite una comunicazione da parte del Comune di Bologna alle associazioni di zona, ci ha molto sorpreso tanto più che al Comitato Vivere Mercato Navile durante l’ultimo incontro avuto con Lei del 16 gennaio aveva manifestato la ferma intenzione a dare continuità a un dialogo costante coi cittadini mentre solo poco tempo fa, il 10 marzo scorso a Palazzo D’Accursio nella Sala Orologi, l’Assessore Orioli a domanda diretta da parte del Comitato VMN sulla situazione del cantiere della Pensilina e degli annessi Palestra e Centro Sociale, non aveva ritenuto di dare nessuna informazione utile.

Constatiamo quindi che, nonostante le dichiarazioni, la Pubblica Amministrazione continua a non praticare la piena trasparenza.

Riteniamo sia necessario al più presto un ulteriore confronto per capire con quali stategie e in quale direzione l’Amministrazione del comune di Bologna si sta muovendo per dare una svolta definitiva al progetto Mercato Navile

 

Per il CENTRO KATIA BERTASI
Il Presidente Sauro Bocchi
centrobertasi@gmail.com

Per il COMITATO VIVERE MERCATO
Il Presidente Mauro Scandellari
info@viveremercatonavile.org

Richiesta all’assessore sulla Convenzione XM24

Gentile Assessore Gambarelli,

Leggiamo stamani sugli organi di stampa che tra XM24 e il Comune di Bologna, sarebbe in corso una trattativa per la possibile estensione della convenzione del Centro Sociale di via Fioravanti nonostante tale struttura risulti morosa per il mancato pagamento di migliaia di euro.

Premesso che in uno Stato di Diritto la morosità è causa di sfratto e dei debiti non pagati di un Centro Sociale non dovrebbero farne le spese le Istituzioni, ovvero i cittadini, è nostra intenzione come Comitato presente sul territorio, esprimerle la nostra profonda preoccupazione in quanto XM24 – una realtà che in questi anni non si è integrata con gli abitanti ma è sempre rimasta ai margini – non pochi problemi arreca alla cittadinanza in termini di decoro e di sicurezza, mentre non svolge nessuna attività riconoscibile dal punto di vista sociale come fanno al contrario, altre esperienze analoghe di cui è doveroso, invece, che le istituzioni ne riconoscano i meriti.

Ci permettiamo di ricordare, inoltre, che una parte del terreno del comparto del Mercato Navile fu sacrificato a causa della presenza di  XM24 per esigenze le cui logiche sfuggono tuttora ai cittadini mentre è un fatto che XM24 rimane una realtà estranea alla Bolognina e la sua presenza scomoda ha avuto solamente ricadute negative sul territorio circostante.

In attesa di un suo cortese cenno di riscontro
Comitato Vivere Mercato Navile

Richiesta chiarimenti sull’applicazione dei prezzi della convenzionata

Di seguito pubblichiamo i documenti delle risposte ricevute dall’Amministrazione (ricevuta il 14-dic), da Valdadige (ricevuta il 22-dic) e relativo prospetto alla nostra richiesta di chiarimenti sull’applicazione dei prezzi della convenzionata.
  1. e-mail da Comune
  2. comunicazione Comune
  3. prospetto di calcolo
Comitato Vivere Mercato Navile